Case cantoniere: da ruderi ad attività economiche

L’Anas lancia il progetto pilota per il riuso di 30 case cantoniere, in attesa del bando ufficiale

Al via un progetto, per riqualificare le case cantoniere in disuso situate nelle vicinanze di circuiti culturali o turistici come ad esempio la via Francigena e l’Appia antica, dandone le gestione a privati cittadini.

Le 1244 case cantoniere dal classico colore rosso, sparse su tutto il territorio nazionale, molte delle quali inutilizzate da tempo, potrebbero tornare a nuova vita grazie ad un accordo siglato tra Anas, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT), Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) e Agenzia del Demanio.

Lo scopo delle case cantoniere era quello di dare alloggio agli operai che si occupavano della…
Leggi l’intero articolo su: http://www.magevola.it/impresa/casa-e-immobili/nazionale/case-cantoniere-da-ruderi-ad-attivita-economiche/



Altri post interessanti:

Booking.com INT

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *