Ritenuta d’acconto: cos’è e come funziona

 

Per chi si è trovato a doverla applicare per la prima volta o semplicemente per chi si è trovato semplicemente a pagarla, la ritenuta d’acconto ha rappresentato sicuramente un rebus da risolvere. Sembra complicata ma non lo è, vediamo perché.

Cosa è la ritenuta d’acconto?

I datori di lavoro (sostituti d’imposta) che corrispondono compensi per prestazioni di lavoro autonomo, devono operare, all’atto del pagamento, una ritenuta d’acconto sul lordo del compenso, a titolo di acconto, dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.

Si tratta sostanzialmente di un anticipo sull’IRPEF, che il sostituto d’imposta versa all’erario per conto del percipiente. Quest’ultimo dovrà, poi, calcolare nella propria dichiarazione…
Leggi l’intero articolo su: http://www.magevola.it/impresa/fisco-e-tasse/nazionale/ritenuta-dacconto-cose-e-come-funziona/



Altri post interessanti:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *