Scuola pubblica, ma a pagamento?

In questi anni stiamo assistendo alla lenta metamorfosi della scuola pubblica, in “scuola pubblica a pagamento”, definizione che potrebbe suscitare ilarità, ma in realtà dovrebbe far riflettere parecchio su quale rotta sta seguendo l’Italia.

Le scuole, sempre più spesso, chiedono denaro alle famiglie degli iscritti sotto forma di “contributo scolastico”. Tale contributo, secondo normativa, è volontario e facoltativo, ed ha lo scopo di aumentare l’offerta didattica, ma purtroppo è diventato di fatto una “retta” obbligatoria, utilizzata sempre più spesso per “tappare altri buchi”. Si aggira mediamente intorno ai 200…
Leggi l’intero articolo su: http://www.magevola.it/famiglia/istruzione-e-formazione/nazionale/scuola-pubblica-ma-a-pagamento/



Altri post interessanti:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *