Immigrazione, ancora violenze in Croazia

 

Numerosi migranti e richiedenti asilo, una volta giunti lungo la frontiera tra Croazia e Bosnia Erzegovina, sono stati picchiati e torturati dalla polizia croata, per poi essere costretti a rimettersi in cammino verso la Bosnia.

Non è certo la prima volta che così gravi violazioni del diritto internazionale vengono perpetrate dalle autorità croate, ma ancora la Commissione europea continua a non stigmatizzare sufficientemente tali pratiche.

Inoltre, appare doveroso ricordare che il governo croato beneficia annualmente dei contributi europei volti a sostenere gli stati dell’Unione Europea nella gestione dei flussi migratori, il che rende ancora più inaccettabile, se possibile,…
Leggi l’intero articolo su: http://feedproxy.google.com/~r/LaRagnatelaNews/~3/jaB1rZsFTlg/63769.html

a2hosting

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.