L’UE dice all’Australia di non usare i nomi “feta” e “groviera” per il formaggio da loro prodotto

 

A prima vista, i blocchi di feta prodotti in Australia o in Grecia non sono così diversi. Ma per l’Unione europea lo sono. Martedì il ministero degli scambi australiano ha pubblicato un elenco di 408 prodotti (172 alimenti e 236 alcolici) che l’UE vuole proteggere come indicazioni geografiche (IGP) come parte di un accordo commerciale tra le due parti.

Tra questi: Feta, Gruyere, Manchego, Bleu d’Auvergne, Cantal, Gorgonzola, Roquefort, Nurnberger Bratwurste e Scotch beef.

Un’enorme opportunità

Martedì mattina il ministro del commercio Simon Birmingham ha dichiarato alla televisione della ABC che al paese “non piace l’idea di indicazioni…
Leggi l’intero articolo su: http://feedproxy.google.com/~r/LaRagnatelaNews/~3/2ZUEgII3eSk/53919.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.