La Sardegna brucia: un disastro ambientale senza precedenti

 

Secondo quando riportato dalla Protezione Civile, il 23 luglio è scoppiato un terribile incendio in Sardegna, divampato a causa di un incidente stradale, che si è propagato fino ai boschi ed è durato più di 60 ore, con costi economici, sociali ma soprattutto ambientali elevatissimi.

Nella giornata di venerdì 23 luglio la Protezione Civile aveva dichiarato il pericolo di incendi in alcune zone dell’isola, a causa anche delle elevatissime temperature: il bollino rosso riguardava il Sulcis, l’Oristanese e la Sardegna centrale. Pericolo elevato, con codice arancione per il Cagliaritano, la Gallura, il Nuorese e il Sassarese. Codice giallo, invece in Ogliastra e sulla costa sud occidentale….
Leggi l’intero articolo su: http://feedproxy.google.com/~r/LaRagnatelaNews/~3/POjmLqMcClo/70810.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.