Il Buco, Netflix ce l’aveva quasi fatta (spoiler)

 

Continuano le recensioni, in questi tempi in cui si ha molto tempo (per molti di noi) di stare davanti alla televisione a guardare Netflix. Se la volta scorsa, con Spenser Confidential , Netflix aveva mostrato qualche limite con i suoi lungometraggi, con Il Buco, per la regia di Galder Gaztelu-Urrutia, ce l’aveva quasi fatta.

La pellicola spagnola è un estrosa opera claustrofobica, narrata all’interno di un buco, appunto (anche se nella versione italiana viene doppiato come “fossa”), una enorme prigione verticale in Spagna, dove in più di 250 piani si trovano più di 500 detenuti. Alcuni di loro sono lì per scontare una pena, altri volontariamente.

Leggi l’intero articolo su: http://feedproxy.google.com/~r/LaRagnatelaNews/~3/gJrrbN1j7rE/61226.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.